La Stazione di Chiusaforte

Utilizzando le strutture dell'ex stazione ferroviaria di Chiusaforte, proprietà di R.F.I., si è creato un punto d'appoggio logistico stagionale alla Ciclovia Alpe Adria che qui transita seguendo il tracciato della vecchia linea ferrata.
Denominato pertanto "Stazione di Chiusaforte", esso ospita un bar con servizio di ristorazione, una sala relax con biblioteca, mostra fotografica, internet point ed angolo informazioni, un piccolo fabbricato allestito per il noleggio e la riparazione di biciclette ed infine, ancora all'esterno, i caratteristici servizi igienici propri delle stazioni ferroviarie di un tempo.
L'idea è di offrire un servizio semplice, sul tipo dei rifugi alpini, supportato da una struttura che pare deputata allo scopo, intrisa di storia e dislocata in un luogo appartato che si trova sì a poche decine di metri dal centro del paese ma nel contempo a contatto diretto con la montagna. Accattivante risulta poi lo stile architettonico ottocentesco del fabbricato, impreziosito da una bella pensilina, per tutti luogo di sosta prediletto.

Durante i primi tre mesi di apertura, riguardanti il periodo estivo-autunnale del 2013, nonostante il problema causato dall'incendio boschivo che ha comportato la chiusura della tratta Pietratagliata-Dogna, si è rilevato un ingente transito di cicloturisti provenienti da diversi paesi dell'Europa comunitaria e non, in particolar modo da Germania e Austria. Importante è stato anche l'afflusso di ciclisti, escursionisti o di altro tipo di turisti, residenti o soggiornanti nei paesi limitrofi e nel resto della regione.

Per la ristorazione si cerca di usare il più possibile prodotti friulani o, ancor meglio, locali.

Tra i proponimenti quello di organizzare una serie di eventi di vario genere per far meglio conoscere il territorio del Canal del Ferro.

Tra le speranze quella che gli enti pubblici preposti garantiscano la costante transitabilità della ciclovia.

Da sfruttare le potenzialità del treno Micotra che, due volte al giorno, copre la tratta Udine-Villaco, quella delle agenzie turistiche d'oltre confine e quella delle varie associazioni di cicloturismo, particolarmente attive in questo momento.

Per saperne di più potete consultare la pagina facebook "Stazione di Chiusaforte" oppure visitare il sito www.pistaciclabilealpeadria.it.

La Stazione ai tempi in cui transitavano i treni.
Oggi, a servizio della Ciclovia Alpe Adria che da Saliburgo scende a Grado.